RILEGGI LIVE – Spalletti: “I complimenti di Klopp? Ccà nisciun e’ fesso! Kvara simile a Salah”

Termina la conferenza stampa

Spalletti: “4-3-3? Lei torna indietro, ci fa piacere a tutti. Ne deve parlare con quelli che volevano il 4-2-3-1, dei calciatori che volevano far giocare in quel momento lì. Noi avevamo a disposizione grosso modo una rosa come abbiamo quest’anno da un punto di vista di qualità di giocatori. E anche quest’anno il 4-2-3-1 e lasceremo da parte il 4-3-3, dipenderà dal risultato, dal nostro avversario, dal momento dentro la partita, per fare scelte diverse e mettere in difficoltà l’avversario. Non c’è una soluzione unica, ce n’è più di una, e allora bisogna andare a vederle e a testarle e allora bisogna rendersi conto mettendole in pratica nel migliore dei modi tutte”.

Spalletti: “Noi si accettano anche i complimenti quando sono sinceri. Però i complimenti non fanno classifica e risultato. E quindi sappiamo che domani sera sarà durissima. Dovremo riuscire a essere quelli di sempre, fare la partita dell’andata è quasi impossibile. Cambia totalmente arrivare primi o secondi. “Volete” mi sembra un po’ superfluo rispondere… Siamo venuti qua con le intenzioni più sane possibile. C’è di mezzo questo palcoscenico con quegli attori lì. Dovremo dimostrare di essere all’altezza”.

Spalletti sulle previsioni pre-stagione: “In quel momento se mi avesse chiesto questo, pur usando tutta la positività, sarebbe stata dura pensare di venire qui essendo davanti ai numero uno del mondo. Però poi questo vuol dire che a lavorare in un certo modo si può trovare delle soluzioni diverse nei temi difficili del calcio. Non lo so se noi gli assomigliamo. Sicuramente vorremmo fare questo, allenatori come me quando si parla di calcio vengono portati avanti la qualità. Squadre come il Liverpool, Chelsea, City… Ci sono i migliori giocatori del mondo e tutti noi siamo venuti a prenderci delle notizie poi riproposte nelle proprie squadre”

Spalletti: “Lozano prima di tutto se sta esprimendo un buon calcio è merito del carattere e delle qualità che ha. E’ un bravo ragazzo e un calciatore top. Però la differenza la fa quello che diceva Mario Rui. Si trovano alla perfezione tra di loro, tutti aiutano tutti e interpretano il calcio allo stesso modo. Questo permette di poter dare qualcosa in più di ogni livello individuale che si ha a disposizione”.

Spalletti: “Avendo possibilità di andare a prendere i migliori e spendere, diventa più facile. Ma se lavori in maniera corretta ci sono altre squadre da seguire. Come ha fatto quest’anno il Napoli che poi possono fare la differenza o diventare top player come quelli più pagati. Noi siamo nelle condizioni ora di poter crescere ulteriormente, però sono stati presi dei giocatori di qualità dal club”.

Spalletti: “Il Liverpool è una squadra in piena salute. Non bisogna farsi ingannare dal risultato dell’ultima partita, l’ho vista tutta e bene e anche le precedenti. Li trovo in condizione perfetta. Poi è chiaro che se si sbagli dei gol davanti alla porta e ti girano storti tutti gli episodi… Io ai miei calciatori permetterò e sarò disponibile affinché perdano ogni pallone. Ma non sarò permissivo sul fatto di non giocare i palloni che gli capiteranno nei piedi. Loro dovranno fare la partita in maniera tranquilla da un punto di vista di tensioni per giocarsi il risultato. Ci saranno dei momenti in cui dovremo essere bravi a sopportare la loro qualità e velocità nel fare calcio. Anche questo fatto di andare da una parte all’altra e ti portano a sbandare. Ogni qual volta sarà riconquistata la palla voglio vedere le stesse intenzioni, questo sarà il possibile biglietto per uscire in maniera corretta”.

Spalletti: “I complimenti di Klopp e il Napoli in finale di Champions? Mi sembra di aver letto che loro non pensano a vincere 4-0 (ride, ndr). Se l’ha detto seriamente che non può vincere 4-0, se vuole ne parliamo. I complimenti eccessivi a volte servono a metterti lassù per poi poterne ascoltare il tonfo. Mentre poi quando ci sono delle critiche, in maniera corretta, ci si trova degli spunti per migliorare e se effettivamente quello che dice la critica è corretto oppure no. Intanto lui ha fatto le ultime due finali di Champions, è il più bravo di tutti. Si accorgerà che quando allenerà il Napoli, ccà nisciun è fesso”.

Spalletti sul paragone Kvara-Salah: “Ci sono delle similitudini tra di loro. In modi diversi riescono a fare queste giocate geniali, perché poi di questo si parla. Possono giocare qualsiasi palla semplice tirata addosso e poi la riescono a trasformare in occasione per la squadra. Hanno questa facilità di saltare l’avversario, di accarezzare la palla mentre vanno a 2000 orari a fare un ribaltamento d’azione. Entrambi sono molto convinti delle proprie potenzialità, del loro essere bravi ragazzi e disponibili. Sono due che ci possono mettere del suo domani sera”

Adesso è il turno di Spalletti

Mario Rui: “I complimenti del Liverpool? Per noi non ci saranno rischi, noi siamo consapevoli di dove siamo partiti. Ci fa piacere che parlino bene di noi, ma finisce lì. Abbiamo la mentalità di affrontare ogni partita come se fosse la più importante. Dovremo dimostrare di essere all’altezza”.

Mario Rui: “Il segreto è quello che abbiamo i compagni che fanno i movimenti giusti, s’impegnano al massimo e si dimostrano disponibili nel sacrificarsi per l’altro”

Mario Rui: “Penso che in questo momento sia la squadra che sta aiutando ogni singolo giocatore, la crescita parte da chi hai di fianco. Si parla tanto dei singoli, ma il merito va dato soprattutto alla squadra”.

Mario Rui: “La squadra sta dando seguito al lavoro che ha cominciato il mister da quand’è arrivato. Stiamo crescendo e abbiamo margini ampi di crescita. Sappiamo che sarà una partita difficile, ma la mentalità e la disponibilità della squadra non cambia. Cercheremo di fare ciò che stiamo facendo”.

Si parte con Mario Rui: “E’ uno degli stadi più belli dove ho avuto la possibilità di giocare. E’ un’atmosfera davvero bella, a chiunque piace giocare qui. Vogliamo dar continuità a ciò che stiamo facendo, consapevole delle difficoltà che incontreremo”.

Entrano Luciano Spalletti e Mario Rui in sala stampa

Benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di Luciano Spalletti e Mario Rui. L’allenatore e il terzino del Napoli presenteranno la sfida di domani con il Liverpool, decisiva ai fini della classifica del girone per la conquista del primo posto.

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.