Milik: “Un peccato essere usciti dall’Europa, i dettagli fanno la differenza. Il secondo posto non era il nostro obiettivo”

Le parole dell'attaccante polacco a Sky Sport

Arkadiusz Milik, attaccante del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Sky Sport. Ecco un breve stralcio: “Siamo stati vicini a eliminare il Liverpool, peccato non aver passato il girone di Champions: poi non abbiamo battuto l’Arsenal in Europa League, è un peccato però il calcio è così. A volte i dettagli fanno la differenza, purtroppo era difficile superarli, ma abbiamo il massimo rispetto per loro: come dico sempre, in Champions abbiamo sbagliato qualcosa ad esempio il gol preso nel finale con il PSG oppure la mia occasione a fine partita a Liverpool. Potevamo cambiare tante partite, potevamo far meglio, ma abbiamo raggiunto il secondo posto anche se non era il nostro obiettivo: possiamo crescere tantissimo, preparandoci ancora meglio per il prossimo campionato“.

Sul rinnovo?  “In questa stagione ci sono ancora tre partite per noi – ha proseguito -, siamo professionisti e vogliamo vincerle. Vogliamo fare il massimo per capire come migliorare in vista dell’anno prossimo, sappiamo che abbiamo tanti giocatori giovani, solo pochi con esperienza. Possiamo arrivare lontano, ne siamo consapevoli, ma forse manca un po’, quel qualcosa che alla fine fa la differenza. Non riesco a spiegare perché è stato così quest’anno, ma noi vogliamo vincere, ci alleniamo bene, abbiamo un gruppo sano e sono molto felice qua. Vediamo che succede, però vogliamo vincere qualcosa perché abbiamo tutti lavorato tanto per questo. Il mio futuro? Il procuratore sta parlando con il direttore e con il presidente per il rinnovo. Io, come dico sempre, sono un giocatore e mi devo concentrare sul campo e nient’altro”.

Sulle critiche: “So che in Italia si parla veramente tantissimo – ha concluso Milik -, ogni volta che faccio gol dicono che sono un attaccante fortissimo, mentre quando mi capita di non fare gol o di sbagliare qualcosa dicono che al Napoli serve un altro attaccante. Io accetto che in Italia, così come in tutto il mondo, è così. Ma mi devo concentrare sul mio lavoro e migliorare il mio gioco. Non posso fare niente di più”.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.