Monchi: “Se non avessimo venduto Salah non saremmo in semifinale ora, il mercato è impazzito”

Monchi: “Se non avessimo venduto Salah non saremmo in semifinale ora, il mercato è impazzito”

Il ds della Roma Monchi ha rilasciato alcune dichiarazioni al giornale spagnolo Onda Cero:

“C’è una spiegazione alla cessione di Salah, l’ho venduto io e mi assumo ogni responsabilità. Ma siamo stati costretti a venderlo entro il 30 giugno dai vincoli imposti dalla UEFA che stava monitorando attentamente i nostri conti. Se non lo avessimo venduto, oggi non saremmo in semifinale. Siamo stati obbligati a cederlo anche perché lui voleva andarsene, non c’era altra soluzione. Quando sono arrivato era stata presentata un’offerta di 30 milioni per Salah, poi con i bonus siamo riusciti ad arrivare quasi a 50. Abbiamo ricavato il massimo. So che poi il mercato è impazzito con Neymar e Dembelé, complimenti al Liverpool per l’affare che ha fatto vista la stagione fantastica di Salah. Per noi non è una sorpresa, io lo avevo già affrontato col Siviglia quando era alla Fiorentina e ci aveva fatto soffrire. La partita? Eravamo praticamente morti, ma ci hanno lasciato vivere. Abbiamo già fatto un’impresa, dobbiamo riprovarci. Siamo più o meno nella stessa situazione in cui ci trovavamo dopo la prima partita contro il Barcellona. Serve un altro spirito. Immagino che per i tifosi neutrali sia stata una partita spettacolare, per noi questo 5-2 è un risultato che fa molto male. Ci serve un 3-0 o un 4-1, sarà molto complicato perché non ci sarà più il fattore sorpresa. Servirà la gara perfetta.”


La redazione di IamNaples.it

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google