Cerca
Close this search box.

Nelle ultime tre gare De Sanctis ha chiuso la porta al meglio

Il portiere abruzzese vuole rinnovare il contratto

Tre partite senza gol. Subiti, sia chiaro. Tre partite dove la difesa del Napoli ha ripreso a cantare i ritmi giusti: la parola “zero” nella casella delle reti incassate è di certo il titolo del successo del momento. Con la prima voce di nome Morgan, come il cantante con i capelli più alti dei suoi, a deliziare il pubblico pagante con gli acuti, e il coro ad accompagnarlo all’unisono. Sì, De Sanctis e poi soprattutto Aronica, Cannavaro, Grava e Campagnaro. La vecchia guardia. Con il nuovo che avanza, Britos, ad accumulare gradualmente minuti e sicurezza (con tanto di gol al Chievo). Il portiere e i suoi ragazzi: è questa la band del momento.

BUON FEBBRAIO – E allora, la garanzia. Un portiere che non conosce pause di rendimento. Che mette d’accordo tutti. Che riesce a strappare applausi praticamente sempre: giorno o notte, Cesena, Milan o Chievo. De Sanctis c’è sempre. Reattivo, carico, concentrato. Risultato? La difesa del Napoli è blindata in campionato sin dalla trasferta di Marassi con il Genoa. E a febbraio la porta è ancora inviolata: Palacio e Gilardino, gli ultimi uomini in grado di far saltare schemi e protezioni. Poi, nisba: Cesena, Milan e Chievo a secco di gol e di emozioni.
IL CONTRATTO – Tre per tre. E i voti migliori al portiere azzurro: decisivo su Rennella, Ibra, Robinho e Sardo. Indifferentemente. Impeccabile professionista, 35 anni da compiere tra un mese ma la voglia e l’entusiasmo del ventenne; istinto puro e (poca) ragione. Perché i portieri sono così, pazzoidi nel senso migliore del termine. Il Napoli è sopra e sotto la pelle, l’aveva sempre sognato e inseguito. E ora? Il suo contratto scade nel 2013: «Sì, ma non comincerò la prossima stagione in scadenza» , la sua dichiarazione più recente. Uno come lui fa gola a diversi club di prima classe, italiani e stranieri: Napoli trema all’idea di perderlo. Si vedrà. Si tratterà.
SAN VALENTINO – Nel frattempo, ieri De Sanctis è stato intercettato in pieno centro cittadino insieme con la moglie Giovanna – e ad altri di compagni di squadra -, alla festa organizzata per San Valentino da Guido Lembo, il cantore delle notti capresi, al Teatro Sannazaro: qualche canzone, tanto per gradire, soprattutto perché lui è uno che non lesina esibizioni in musica, e via a casa. Perché nei prossimi giorni c’è tanto da fare: dalla Fiorentina e il Chelsea, fino all’Inter. Che passerella.
IL RITORNO – Niente male, allora: la difesa ha davvero scelto il momento migliore per tornare a brillare. E ha subito riscoperto uno dei suoi interpreti migliori: Gianluca Grava. Bentornato è dire poco. Che smalto, che carattere, che grinta: dopo 13 mesi di assenza e un intervento al ginocchio, il marcatore implacabile è tornato titolare con il Chievo alla sua maniera. Da marcatore implacabile. Emozione, certo, ma anche serenità e precisione invidiabili: anche lui farà 35 (anni) a marzo, ma chi se ne accorge? La favola delle favole.
LA CONFERMA – Ha soltanto 34 anni, invece, il giovane Totò Aronica. Soltanto, diciamo così. Ma anche questo è un caso di eterna giovinezza: finora è stato decisamente il migliore della difesa insieme con Cannavaro. Una mezza stagione da protagonista assoluto: a sinistra o al centro poco importa. Lui c’è. Emblema della vecchia guardia insieme con De Sanctis, Grava e il capitano. Con il sogno Champions in una mano e la penna nell’altra: il rinnovo è cosa fatta.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.
Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano
Gestione Sinistri
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.