Per la sfida del San Paolo Di Carlo si affida alla coppia Pellissier-Paloschi

Per la sfida del San Paolo Di Carlo si affida alla coppia Pellissier-Paloschi

Non c’è nulla di scritto nel calcio. Il Napoli non vive un buon periodo, ma in azzurro ci sono campioni che possono risolvere la gara in qualsiasi momento». Parola di Sergio Pellissier, da poco reduce dal gol numero cento con la maglia clivense (ha offerto la cena all’intera squadra), una rete che ha aiutato il Chievo a tornare a vincere in trasferta a Novara (non succedeva da novembre). I gialloblù di Mimmo di Carlo si apprestano ad una trasferta difficile ma non impossibile, facendo leva su un’eventuale stanchezza del Napoli dopo l’impegno in settimana in coppa Italia a Siena ma anche sul morale di una squadra che in campionato non vince da cinque gare e non segna da due. Pellissier, da calciatore con una certa esperienza alle spalle, non vede tuttavia un Napoli in crisi: «Giocare su tre fronti non è semplice, soprattutto con una rosa non alla pari di Milan, Inter e Juventus. E purtroppo non si può fare bene in ogni competizione. Il Napoli paga la fatica e il fatto che spesso vengono impiegati gli stessi elementi, ma rimane sempre e comunque squadra da temere».

VOGLIA DI RISCATTO – Al San Paolo, su cinque precedenti, il Chievo ha vinto solo una volta, in quell’incredibile 1 a 3 del settembre 2010, proprio con una doppietta del suo capitano. Di Carlo non ha squalificati, ma la lista dei diffidati è lunga (otto giocatori) e preoccupante, dato che il prossimo impegno è ancora fuori casa a Genova. Top secret le scelte di formazione, porte chiuse agli allenamenti sia ieri a Peschiera sia oggi nella rifinitura, dopo la quale i clivensi partiranno verso Napoli con un volo charter.
FORMAZIONE- Dovrebbero comunque essere pochi i dubbi per il tecnico dei gialloblù, che dovrebbe confermare il francese Thereau dietro la coppia Pellissier-Paloschi, ma non è escluso un innesto di Moscardelli, ottimo in settimana nel test amichevole contro la Primavera. Nel collaudato 4-3-1-2, il centrocampo dovrebbe essere formato da Hetemaj, Bradley e Rigoni, con Vacek e Sammarco validi rincalzi anche per un cambio in corsa. Mosse da studiare con attenzione anche e soprattutto per dimenticare in fretta il ko interno, doloroso, contro il Parma, che ha evidenziato una squadra con carattere ma forse non sempre posizionata bene in campo.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google