Tecnologia contro i gol-fantasma c’è il via libera per due progetti

Due tecnologie per contrastare il fenomeno dei gol fantasma – l’inglese Hawk-Eye («Occhio di falco»), basato sull’uso di telecamere già adoperato nel tennis e la tedesca GoalRef che utilizza un pallone con microchip – sono state ammesse al test dall’International Board della Fifa riunito a Londra. La decisione finale sull’eventuale adozione di un sistema tecnologico di controllo sulla linea di porta sarà presa il 2 luglio a Kiev, in occasione di una sessione speciale. Altri sei sistemi sono stati scartati dopo una serie di esperimenti condotti in Svizzera: tra questi la «Gol line technology» sperimentata allo stadio Friuli dall’Udinese con il Cnr di Bari
«Questo è un importante passo avanti per noi, ma è importante condurre i test – le parole del segretario generale della Football Association, Alex Horne – il sistema che si sceglierà dovrà essere preciso, altrimenti non avrebbe senso». Nella stessa occasione si deciderà anche sull’hijab. Ci sono pressioni per rimuovere il divieto – introdotto nel 2007 per motivi di sicurezza – ed autorizzare l’uso del velo islamico durante le partite nazionali ed internazionali.
La questione del gol fantasma è tornata in prima pagina dopo l’incredibile decisione dell’arbitro Tagliavento di non convalidare la rete di Muntari in Milan-Juve, con il pallone che aveva superato la linea della porta di Buffon di mezzo metro. Alla vigilia del vertice dell’Ifab il presidente della Fifa, Blatter, aveva detto: «Mi auguro che non si rivedano episodi come quelli accaduti nell’ultimo Mondiale». Ovvero il gol non convalidato a Lampard in Germania-Inghilterra, la partita che sancì l’eliminazione della squadra guidata da Capello.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.