Valeri, un arbitro dai pochi alti e i molti bassi

Nonostante sei vittorie su nove gare, molte ombre negli arbitraggi di Valeri

Per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie A, la direzione di Parma-Napoli è stata affidata a Paolo Valeri della sezione di Roma 2.

Valeri, internazionale dal primo gennaio di quest’anno, ha fatto il suo esordio in massima serie nel dicembre del 2007 e da allora ha diretto 54 partite con una media di circa un rigore ed una espulsione ogni quattro gare. Vincitore lo scorso anno del premio Giovanni Mauro, destinato all’arbitro italiano meglio distintosi, quest’anno ha diretto sette gare del massimo campionato, tra cui Napoli-Fiorentina 0-0 dello scorso settembre. Questa stagione l’arbitro di Roma sta alternando buone prestazioni con gare totalmente disastrose dove non ha fischiato rigori netti e ne ha fischiati altri totalmente inesistenti.

Sono nove i precedenti di Valeri con il Napoli con un bilancio di sei vittorie, due pareggi ed una sola sconfitta. Nonostante i risultati possano far pensare ad un percorso positivo del fischietto romano con gli azzurri, la moviola delle partite ci dice tutt’altro. L’esordio di Valeri con il Napoli risale al dicembre 2008 in Napoli-Lecce 3-0, gli azzurri dominano la gara ma l’arbitro nel corso del match ammonisce Lavezzi per un diverbio con Angelo, giallo che gli costa la successiva trasferta di Torino. In Napoli-Siena 2-1 del settembre 2009 Valeri su segnalazione dell’assistente ferma Lavezzi per un fuorigioco dubbio, quando il Pocho si sta involando verso la porta dei toscani, poco dopo Maggio viene clamorosamente falciato in area ma l’arbitro non fischia, entrambi gli episodi quando il risultato era ancora fissato sullo zero a zero. Napoli-Catania 1-0 del marzo 2010 sarà ricordata dai tifosi azzurri per il gol di Cannavaro, il capitano festeggiò degnamente la sua trecentesima presenza in maglia azzurra e in quel caso l’arbitraggio fu buono. Sampdoria-Napoli 1-2 del settembre 2010, registrò una grandissima rimonta da parte della banda Mazzarri, dopo un rigore concesso troppo generosamente a Cassano che si trovava in posizione dubbia. Ancora bene in Brescia-Napoli 0-1 dell’ottobre 2010, l’arbitro romano lascia il suo zampino anche in Coppa Italia. I partenopei sfidano l’Inter al San Paolo, i nerazzurri passano il turno ai rigori ma nel corso della partita Valeri annulla un gol a Cavani perchè giudica l’attaccante uruguaiano in posizione irregolare. Lecce-Napoli 2-1 del maggio di quest’anno, i partenopei non diedero una buona prova rimandando di una settimana la certezza matematica della qualificazione in Champions League, nel match con i pugliesi fu espulso anche il Matador per un ironico applauso verso l’arbitro che gli costò due giornate di squalifica, che gli fecero perdere terreno nella corsa al premio di capocannoniere. Altra partita di Valeri con i partenopei è Napoli-Fiorentina 0-0 di questa stagione, una prestazione assolutamente negativa per il fischietto romano che su un clamoroso tocco di mano in area di Pasqual non fischia il calcio di rigore, ma qualche minuto dopo l’arbitro da il peggio di sé, Hamsik viene trattenuto in area prima da Boruc e poi da Gamberini, ma Valeri invece di assegnare la massima punizione mostra un cartellino giallo allo slovacco. L’ultima sfida che ha visto l’arbitro di Roma impegnato con gli azzurri è Napoli-Genoa 6-1 del dicembre scorso, nonostante il risultato roboante non manca un rigore non fischiato ai ragazzi di Mazzarri, verso la fine del primo tempo Mesto interviene in area in maniera fallosa su Pandev, fallo che oltre alla massima punizione poteva costare l’espulsione del difensore genoano.

Valeri è sicuramente un arbitro che alterna pochi alti a molti bassi, lo dimostra il suo ruolino in campionato ed il suo background con gli azzurri anche se i numeri ci dicono che quando il Napoli è in forma nemmeno una giornata no del fischietto di Roma può fermarlo, vedere Napoli-Genoa per credere.
Servizio a cura di Raffaele Di Guida

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.