Cerca
Close this search box.

VIDEO – L’editoriale di Chiariello: “Questo Napoli con Spalletti può competere anche senza comprare”

Il Napoli ha una rosa incompleta ma forte

Nel corso di ‘Campania Sport’ su Canale 21, il giornalista Umberto Chiariello ha commentato Napoli-Venezia nel suo consueto editoriale: “Esiste anche il campo e il calcio non è solo parlato ma anche giocato. L’estate è insopportabile, soprattutto da quando c’è l’epoca social. La gente non ha colto gli effetti che la pandemia sta producendo su tutto il sistema economico, calcio compreso. Un’estate intera a lamentarsi: ‘Non ci sono le maglie. E’ una società gestita male. Il Napoli è l’unico club che non ha debiti e non può comprare i giocatori. E mai possibile che non abbiamo un terzino sinistro. Questa squadra si è indebolita perché ha perso Hysaj, Maksimovic e Bakayoko. E ancora una volta l’allenatore si piega ai voleri del presidente dicendo che va tutto bene’. Se ne sono dette di tutti i colori. Mi limito all’unica osservazione che hanno visto i miei occhi, a Dimaro ho visto un allenatore che ha lavorato bene e una squadra forte, perché il Napoli ha una rosa incompleta ma forte. Vi lamentate perché non è stato sostituito Bakayoko? Gaetano vale tre volte il Bakayoko che abbiamo visto a Napoli. Infatti giocatori vanno valutati non per il nome, ma per quello che rendono. Non mi interessa che Ancelotti sia uno dei più grandi per i trofei vinti ma lo giudico per quello che ha fatto a Napoli dove ha fallito, come Bakayoko.

Credo che a Napoli ci sono dei ragazzi che bisogna valorizzare, perché la pandemia ha fatto perdere il 30% del valore patrimoniale dei giocatori. Avete visto che giocatore sontuoso è Koulibaly? Ebbene in Europa non c’è una grande club disposto a spendere veri per Koulibaly, perché ha 30 anni e sul mercato conta ora più che mai solo la carta d’identità. Ma il Napoli è forte, perché ha tanta ricchezza sulla panchina e se ti puoi permetter di mettere dentro uno come Lozano, che quando entra spacca le partite, vuol dire che hai una rosa importante. Ditemi in questa serie A, togliendo la solita Juve, chi ha tutti insieme appassionatamente: Koulibaly, Politano, Lozano, Mertens, Osimhen, Insigne, Zielinski e Fabian Ruiz? Nessuno. Ci sono ruoli scoperti? Si, il terzino sinistro. Juan Jesus è un ex calciatore, ma perché Maksimovic a Napoli cosa ha fatto? Disastri! Ed era il quarto centrale perché Rrahmani l’aveva scavalcato.

Stasera possiamo gioire per una vittoria, dove abbiamo visto un capitano vero che nel momento dell’espulsione di Osimhen, che deve imparare a sapersi gestire, ha preso per mano la squadra. Non credo che Osimhen volesse fare fallo volontario dando uno schiaffo in faccia all’avversario, ha solo sbracciato per liberarsi e l’ha fatto in modo esuberante com’è nel suo carattere. L’espulsione è eccessiva e severa, ma ci può stare a termini di regolamento. Insigne ha dimostrato che ormai è un calciatore maturo, al punto che dopo aver sbagliato un rigore che pesava come un macigno è andato a prendersi il pallone per calciare il secondo penalty. Dalla panchina Rrahmani ha detto: ‘Tranquilli il capitano due di fila non li sbaglia’.

Questa squadra ha valori ed ha un allenatore vero. Quindi se anche qualcuno non è stato ancora sostituito e se non arriverà mai il famoso terzino sinistro che attendiamo da 4 anni, non credo che il Napoli guidato bene da Spalletti sia inferiore a quello dell’anno scorso. Ritorno a dire quello che già dissi la passata stagione, con un allenatore più esperto e più bravo quel Napoli poteva essere competitivo per lo scudetto. L’allenatore bravo è quello che sa gestire le crisi, cosa che Gattuso non ha saputo fare, e che nei momenti difficili sa tirare fuori quel qualcosa in più dalla squadra. Spalletti lo fece a Roma, quando inventò Totti centravanti. Se il Napoli dovesse rimanere questo, visto che il mercato quest’anno non si fa su chi si rafforza di più ma su chi si indebolisce di meno, sarebbe una squadra competitiva. C’è un ma, il mercato non chiude stasera ma il 31 agosto. Quindi siamo col fiato sospeso, io conto tutti i giorni finché non parta nessuno. Se il Napoli rimane questo, anche senza il terzino e il centrocampista, per me questo Napoli ci farà divertire”.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.