RILEGGI IL LIVE – Spalletti: “Per Osimhen dipende dalle risposte del suo corpo. Bisogna resistere alle avversità”

Spalletti: “Sono tutti pronti a dare il massimo in ciò che gli viene richiesto, soprattutto domani. Ho detto spesso di avere a che fare con un gruppo che ha talento e attributi. Di Lorenzo nella notte tra venerdì e sabato è stato male, i medici l’hanno rimesso in piedi, non ha fatto colazione nè pranzo per recuperare le ore di sonno, la dice lunga sulla testa di questi calciatori. Ci sono poi gli avversari e gli episodi, sono tutti disponibili a fare gli straordinari, a diventare super. Ghoulam? È quasi pronto da far giocare, ha già espresso il suo valore con me per trovare spazio”

Spalletti: “Si cerca di tenere in considerazione tutto ciò che ci può aiutare, si va ad analizzare bene tutto ciò che abbiamo fatto. Ci deve essere l’umiltà nella consapevolezza su ciò che si è espresso, si fanno riunioni quotidianamente. Giocando così tanto, devi parlare sia della gara precedente che di quella futura. Vedo atteggiamenti corretti dentro e fuori dal campo, è faticoso farlo, si sta facendo con la considerazione dei momenti che si attraversano come questo in corso”

Spalletti: “Abbiamo una lista per l’Europa League, contro il Sassuolo c’era Domenichini a vedere la Primavera, abbiamo un contatto quotidiano con Frustalupi. Stanno facendo benissimo, gli si fanno i complimenti, li terremo in considerazione”

Spalletti: “Queste partite fanno la radiografia all’anima che hai, s’arriva in fondo e questa è veramente da dentro o fuori. Rimane il risultato, se non va bene non si va più in giro per l’Europa. Se non resistiamo, vuol dire che non siamo forti abbastanza. Ogni gara ha in ballo un trofeo e un pezzo della nostra storia, se si va fuori dall’Europa non si deve dare niente a nessuno perchè non abbiamo debiti. A livello morale rimarrebbe nella storia e nel curriculum”

Spalletti: “Manolas non può avere i novanta minuti nelle gambe visto il problema che ha, può entrare nel finale se c’è necessità. Bisogna poi vedere se si riacutizza il dolore e capire che percorso bisogna fare per portarlo a giocare una gara intera ai livelli che ci vogliono. Malcuit ha la vampata, lo spunto, per me ha fatto bene sia in fase di non possesso che di possesso”

Spalletti: “Quando la palla ce l’hanno gli altri, si va un po’ dietro la ricerca degli avversari. Se una squadra propone tre attaccanti, è meglio essere in quattro, c’è un po’ d’adattamento allo sviluppo dell’azione. In fase di possesso puoi fare quello che ti pare, puoi usare il centrocampista centrale che entra tra i due. L’Atalanta ha portato anche sei calciatori sull’arco della difesa. Si può anche riproporre dentro qualsiasi partita quello che abbiamo fatto contro l’Atalanta, anche il Leicester spesso fa entrare un centrocampista fuori linea per ampliare il raggio d’azione della costruzione”

Spalletti: “Stanno meglio sia Politano che Demme, hanno fatto degli allenamenti in più. Proviamo a recuperare Insigne e Fabian per domenica, non sarà facile ma ci proviamo, faremo tutto il possibile”

Spalletti: “Se si va a fare un confronto con gli altri stadi, giocando di giovedì alle 18:45, la cosa stride da tutte le parti. Bisogna considerare anche le gare delle Nazionali, facendo così Elmas ha giocato più di Di Lorenzo. I tre casi di Covid poi incidono perchè bisogna valutare anche la fatica nel rimetterli in condizione. Il peso psicologico, che fa la differenza, è uguale. Quando entri mezz’ora, raddoppi lo sforzo e a livello muscolare può essere più pericoloso. Bisogna starci attenti, farci il callo. Domani giocano tutti, o prima o dopo, siamo in 14. Se alla prima spallatina, non si regge e si va giù, vuol dire che non siamo forti. Bisogna resistere”

Spalletti: “Ci vuole senso d’appartenenza, motivazioni, autostima, prima dicevo nell’intervista alle tv che per noi tutte le partite sono da dentro o fuori. Se siamo arrivati a questo punto, vuol dire che abbiamo commesso una leggerezza in passato, proprio per evitare queste situazioni dobbiamo stare attenti. Devo far vedere loro nella maniera giusta la partita contro l’Atalanta perchè il risultato non deve offuscare la prestazione e la qualità individuale. Ci trovo un balzo in avanti in quella gara, non mi porto la scoria della sconfitta. I dati dimostrano che siamo stati a livello dell’Atalanta e tutto ciò ci da fiducia, poi ci sono gli episodi e, andando con la testa giusta, è più facile sfruttarli alcuni”

Spalletti: “Su Osimhen conta la risposta che darà alle nostre sollecitazioni, conoscendo il ragazzo siamo molto fiduciosi. Andrà tutelato, da un punto di vista della disponibilità verrà fatto tutto il possibile”

Spalletti: “Per me l’unico problema è quello dei valori morali dei calciatori, dell’energia che devono esprimere ogni volta che entrano nello spogliatoio, di mantenere la schiena dritta, di non accettare le situazioni che determinano i risultati. I miei giocatori sono in salute, quando qualche risultato scricchiola la divisa normale del Napoli diventa anche un po’ più pesante, c’è da esibire una forza mentale superiore, tenendo la testa lucida e di potenzialità”

Rrahmani: “C’è sempre modo di migliorare ovunque si gioca, soprattutto sotto l’aspetto tecnico-tattico”

Rrahmani: “È una partita diversa dalle altre, sono novanta minuti decisivi. Tutti sognano queste partite, si vedono i giocatori veri che hanno carattere e sanno quello che vogliono. Responsabilità di mancata qualificazione? In tutte le partite ce l’abbiamo, giochiamo sempre per vincere, poi a volte accade ciò che non vorremmo”

Rrahmani: “Abbiamo equilibrio difensivo anche quando il risultato non ci ha premiato. Ciò che conta è dare il massimo, lo facciamo sempre. È una partita speciale, si decide il destino di due squadre, dobbiamo dare tutto. Cosa è cambiato con Spalletti? Che gioco di più (ride, ndr). Il mister chiede tante cose diverse ad ogni partita, bisogna essere sempre pronti”

Benvenuti alla diretta testuale di IamNaples.it della conferenza stampa di Luciano Spalletti e Amir Rrahmani alla vigilia di Napoli-Leicester, gara decisiva per continuare l’avventura in Europa League.

 

Dal nostro inviato a Castel Volturno Ciro Troise

STufano
Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.