Primavera 1, Inter-Napoli 5-0: disastro azzurro, ecco le pagelle di IamNaples.it

Il Napoli in campo non si è mai opposto all'idea di perdere la gara

Ecco la pagelle di IamNaples. it della gara persa per 5-0 dal Napoli Primavera contro l’Inter (CLICCA QUI PER IL LIVE):

Daniele 6: Il portiere è l’unico a non mollare per tutta la durata del match, commette un errore sul gol annullato a Kinkoue, lo salva il fuorigioco di Attys ma in più di un’occasione salva i suoi, è l’unico a tenere alto l’orgoglio quando s’ìndossa la maglia azzurra

Zanoli 5,5: Protegge bene la sua fascia di competenza. Ottime, almeno, due diagonali che salvano i suoi, in qualche occasione riesce anche ad uscire discretamente palla al piede.

Senese 4,5: Fino al 3-0 è il migliore della difesa, ma sbaglia sull’azione del quarto goal dei nerazzurri dove non imposta correttamente e dà troppo spazio e tempo a Mulattieri per calciare. Da leader del reparto arretrato deve fare molto di più, la difesa è stata imbarazzante, completamente ferma sui gol subiti da palla inattiva.

Costanzo 4: Sempre saltato, è sempre troppo distante sia da Zedadka che da Senese. Sul primo goal dell’Inter è troppo molle su Nkoue.

Zedadka 4,5: L’Inter sfonda sempre sulla sua fascia, non è aiutato minimamente da Costanzo, ed in attacco non si rende mai pericoloso. (Dal 50′ Labriola 5: Si fa notare solo per un recupero su Ntube, ha l’attenuante di essere entrato con la squadra afflitta dallo scoramento per la partita senza storia)

Zanon 4,5: Impiegato come mezzala e, dopo l’uscita di Zedadka, da terzino sinistro, ha dei black-out, sembra mai entrare dentro la partita, perde due palloni sanguinosi che hanno lanciato due ripartenze pericolose dell’Inter. Si fa notare nel primo tempo per un cross per Vianni, nella ripresa, quando l’Inter ormai ha già dilagato, tenta qualche buona giocata

Ceparano 5: Cerca di proteggere la propria difesa, ma gli avversari arrivano da tutte le parti. Nella ripresa è l’unico a provarci con due conclusioni che non hanno recato nessun problema a Pozzer.

Sami 5: Buon primo tempo, l’ex Inter è uno dei pochi a produrre qualche spunto ma nella ripresa scompare dalla partita.

Vrikkis 5: Aiuta poco Zanoli in coperturas, non salta mai l’uomo e non è mai pericoloso, commette anche molti errori tecnici. Partita veramente anonima per il laterale (Dal 71′ Sgarbi 5: Fa tanto movimento senza palla, come al solito si allarga anche in maniera propositiva sulla corsia destra ma non riesce mai ad incidere)

Palmieri 5: Si abbassa per aiutare i suoi in fase di costruzione e serve un ottimo pallone per Ceparano nella ripresa, ma non punge e non reca nessun importante grattacapo alla difesa dell’Inter

Vianni 4,5: Non riesce mai a far salire la squadra, a prendere un calcio di punizione e a concludere in porta. Si fa notare solo quando, nel primo tempo, è anticipato all’ultimo secondo da Moretti prima di colpire di testa a due passi da Pozzer. (Dal 58′ Cioffi 5: Entra quando la gara è compromessa, poteva fare di più ma è difficile trovare energia trascinante in una partita senza storia, realizza anche qualche buon cambio di gioco e poco più)

Angelini 4: La partita di Torino è stata una rondine che non fa primavera, poi la squadra ha vissuto un calo vertiginoso. C’è un grave problema d’atteggiamento, il Napoli ha perso fiducia, è entrato in campo contro l’Inter convinto di perdere, non ha mai accennato ad una reazione. “Dovevamo giocare per lo 0-0 e sfruttare qualche episodio positivo”, diceva Angelini dopo la sconfitta contro il Bologna. Questo piano-partita non funziona, lo dimostra la pessima prova di oggi, una delle peggiori degli ultimi anni. Per la portata del ko, il 5-0 ha ricordato la gara di Formello contro la Lazio che due anni e mezzo fa portò all’esonero di Saurini. Bisogna riprendere il percorso lasciato a Torino, ridare un’anima a questo gruppo, svegliarlo dal torpore, stimolarlo fortemente per fare in modo che rialzi la testa e ripartire dalle idee di gioco semplici ed efficaci viste a Torino: l’uscita palla sulle catene laterali, la capacità d’attaccare in ampiezza, l’obiettivo di una squadra dinamica, che si muova tanto senza palla

Di CIRO TROISE E WILLIAM SCUOTTO


Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.