DALLA SPAGNA- Benitez: “Cavani giocatore chiave per il Napoli. Non seguiamo solo giocatori spagnoli”

Il quotidiano spagnolo Europa Press si è occupato dell’approdo di Rafa Benitez a Napoli ed ha raccolto qualche interessante dichiarazione del neo tecnico azzurro. Ecco quanto tradotto dalla redazione di IamNaples.it: (clicca qui per leggere l’articolo originale)

 

Il nuovo allenatore del Napoli, lo spagnolo Rafa Benitez, ha affermato che Edinson Cavani andrà via solo per i 63 milioni della clausola. L’uruguayano è un “giocatore chiave” per il Napoli e sarebbe un punto di partenza fondamentale per il progetto di Benitez; il tecnico non si è posto “nessun obiettivo” specifico se non quello di competere al meglio nella serie A, in Champions e Coppa Italia.

“Non mi pongo nessun obiettivo come la semifinale o la finale di Champions. Sarà una squadra nuova, che cambia allenatore e sistema di gioco. Avremo bisogno di tempo, dovremo adeguarci a nuovi metodi e sistemi. Saremo sempre competitivi, la squadra ha un’ottima dinamica di lavoro perché, in precedenza, si è fatto un gran lavoro”, così Benitez ai taccuini di Europa Press.

Rafa Benitez, o ‘Rafè’ Benitez, come lo chiamano a Napoli, ha sottolineato l’ottimo lavoro svolto dal predecessore Walter Mazzarri, trasferitosi all’Inter dopo aver vinto un campionato cadetto e raggiunto la qualificazione in Champions. “Cercheremo di proseguire la linea tenuta sino a questo momento; vogliamo occupare le prime posizioni del campionato e far bene in Champions ed in Coppa Italia. Non ci poniamo nessun obiettivo concreto, solo quello di essere competitivi su tutti e tre i fronti”.

Il Rafa Day dello scorso 21 giungo è stato un gran successo, sembrava la presentazione di una pellicola hollywoodiana con più di 150 giornalisti accreditati e perfettamente sincronizzati dal responsabile della comunicazione del Napoli. Uno striscione con la frase in spagnolo “Bienvenido Mr Rafa”, un gruppo nutrito di tifosi e le forze dell’ordine hanno accolto Benitez a Castelvolturno, dove oggi si allena il club che ancora adora Maradona, colui che gli ha consentito di vincere i due unici scudetti della sua storia.

“È una bella sensazione arrivare in un posto dove ti vogliono, vedere l’appoggio della gente è uno stimolo eccezionale. Riuscire a mantenere l’affetto e la stima di questa gente è una delle chiavi per arrivare a vincere”.

 

Non seguiamo solo gli spagnoli

Per costruire la sua squadra, Benitez spera di riuscire a trattenere la stella del Napoli, il capocannoniere Edinson Cavani. Il calciatore avrebbe suscitato l’interesse di club come il Real Madrid, il Chelsea  ed il City, ma il presidente De Laurentiis ha ribadito che il calciatore andrà via solo dietro il pagamento della clausola da 63 milioni.

“Mi piacerebbe se continuasse a giocare con noi. Ora deve concentrarsi sulla sua nazionale e dopo parleremo. Cavani è un giocatore fondamentale per noi e negli ultimi tre hanno ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale per il Napoli”.

In riferimento ai rumors su una presunta offerta del Napoli per Morata, o dell’interessamento per Fernando Torres, Benitez afferma che “quello spagnolo è un mercato di giocatori di qualità”. “Guardiamo spesso a questo mercato, ma non abbiamo sondato tutti i nomi che son stati fatti. Non seguiamo solo calciatori spagnoli ma anche altri che giocano in campionati competitivi. Il Napoli giocherà la Champions e può attrarre calciatori importanti”

 

Ancelotti è un grande allenatore per il Real

Benitez scarta ogni possibilità di un suo ritorno al Real e crede che Ancelotti sia l’allenatore giusto per il club blanco che, con il tecnico emiliano, recupererà quei “valori che sempre ha avuto” in tutti i suoi 100 anni di storia. “Ancelotti è una persona corretta, educata ed un allenatore vincente”.

Adesso il tecnico spagnolo è concentrato sul Napoli, dove è stato accolto come un messia. “Ho fiducia nel mio lavoro. In circostanze difficili, come quelle vissule lo scorso anno al Chelsea, ho mantenuto una linea di lavoro che ha dato i suoi frutti. Mi aspetto lo stesso anche qui, magari se iniziamo vincendo sarà tutto più facile”.

L’ex allenatore di Valencia e Liverpool non guarda oltre i due anni di contratto offertigli da De Laurentiis: “Il futuro? Voglio fare bene a Napoli e cercare di stare quanto più tempo è possibile qui. Poi si vedrà. Per fare il ct sono ancora giovane ed ho ancora obiettivi da raggiungere. Adesso penso solo al Napoli”.

La differenza rispetto alle sue tappe all’Inter ed al Chelsea è stata l’accoglienza. La direttrice dell’Instituto Cervantes di Napoli, Luisa Castro, ha sottolineato come il suo approdo in azzurro sarà importante per la città. “Pochi mesi fa abbiamo avuto la bellissima notizia di un papa di lingua spagnola, adesso siamo lieti dell’arrivo di Benitez in città. Il tecnico sarà ben consapevole dell’importanza del calcio a Napoli, quasi una religione, e siamo sicuri che sarà un grande allenatore per questa squadra”        

 

Traduzione ed adattamento a cura di Luigi De Magistris

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.