ESCLUSIVA- Bruno Moriello (ds Carpisa Yamamay): “L’approccio alla gara è stato sbagliato, ma oggi contava la vittoria”

Il ds della Carpisa Yamamay: "Vorrei sempre vincere per dare una mentalità importante alle ragazze"

La squadra di mister Geppino Marino ottiene una vittoria davvero importante contro il Pink Bari e che le consente di avvicinarsi sempre di più al traguardo della promozione in serie A1. L’appuntamento per il prossimo incontro è previsto il 15 Aprile contro l’Acese e gli basterà ottenere il pari per raggiungere il traguardo tanto ambito. La Redazione di Iamnaples.it intervista il direttore sportivo Bruno Moriello sulla prestazione delle “tartarughine”:

Nel calcio spesso si dice che conta il risultato e oggi abbiamo vinto con il minimo sforzo perché l’approccio alla partita è stato negativo. In questa partita non solo due elementi non hanno giocato bene ma è stata tutta la squadra a non aver capito che dovevamo entrare in campo con un altro spirito. Oggi si è vinto per 2-0, per raggiungere determinati traguardi c’è bisogno della fortuna e devo dire la verità che in questa partita c’è stata e non poca. In questo sport il fattore psicologico è molto determinante, non c’è il timore di non farcela, anzi è tutto il contrario e solo la matematica certezza della promozione in A1 ci vorrà per poter festeggiare l’ambito traguardo. Contro la Res Roma abbiamo un vantaggio di undici punti, pur non giocando domenica, ci basterebbe un pari dopo Pasqua per salire nella massima serie. Ritornando alla gara di oggi, c’era troppa sicurezza da parte delle giocatrici e non si è giocato alla stessa maniera delle altre volte. Subito dopo Pasqua giocheremo contro l’Acese e con un pareggio saremmo in serie A1, però, credo che bisogna giocare sempre per vincere perché stiamo seguendo un bel filotto di risultati dallo scorso campionato. Siamo una squadra forte, mi piacerebbe battere il record di successi consecutivi e abbiamo i mezzi per riuscirci. Lo sostengo per dare una mentalità vincente alle ragazze e così saranno più determinate per la prossima partita. Oggi sono stati determinanti gli ultimi dieci minuti del primo tempo perché c’è stata l’espulsione del numero sette del Bari e subito dopo abbiamo avuto un calcio di rigore netto, trasformata dalla Lecce. Dopo questi due episodi la partita non ha avuto più storia e nella ripresa abbiamo compiuto un vero e proprio monologo e, anche se si è fatto un altro gol, il dominio è stato evidente”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

STufano
Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.