Calcio, un anno record in Campania: dopo la Nocerina, ora i sogni di Sorrento, Salernitana e Beneven

NAPOLI – La Campania è tornata felix, almeno nel calcio. Il Napoli ad un passo dalla Champions è solo il traino ad un movimento che è rinato: la Nocerina ha già conquistato la serie B con 4 giornate di anticipo, due tra Sorrento, Salernitana, Juve Stabia e Benevento potrebbero raggiungerla. 
In lizza per l’ex C1, attraverso i playoff, una tra Avellino, Aversa Normanna e Neapolis Mugnano, a un passo dalla Seconda divisione l’Arzanese e l’Ebolitana.

Un fenomeno non casuale per la Campania che l’anno prossimo potrebbe vantare 14 società tra i professionisti: dopo anni di folli gestioni ha prevalso l’oculatezza. «Il fenomeno Campania esiste – afferma il presidente della Nocerina Giovanni Citarella -, perché ad certo punto le società hanno deciso di cambiare rotta, sulla scorta anche di fallimenti eccellenti, tipo Venezia e Pisa. Il traino è stato l’avvento al Napoli di un presidente come De Laurentiis, che ha sempre badato ai conti in ordine». 

La Nocerina è appena a 4 lunghezze dal primato di punti dell’ex serie C1 (72, appartenente alla Cremonese nel 2004-05). «Noi abbiamo programmato le stagioni – spiega Citarella – stanziando un budget preciso e seguendo un percorso tecnico consolidato dagli anni. Mai fare il passo più lungo della gamba, questo è il segreto». 

È quello che la Nocerina, autrice di uno straordinario salto triplo dalla D alla B in 23 mesi, farà anche il prossimo anno, confermando il tecnico Gaetano Auteri e il nucleo storico della squadra. «Abbiamo già pronti il budget per la B e i documenti per l’iscrizione: contiamo di emulare società sane e costruite sui giovani come Varese e Novara».

Anche la vittoria della Juve Stabia nella Coppa Italia di Lega Pro è la conseguenza di un progetto tecnico lungimirante: tra gli artefici uomini di calcio come il ds Salvatore Di Somma e l’amministratore unico Roberto Amodio. «La nostra è una regione che ha sempre avuto competenza e passione per il calcio. Le gestioni – sottolinea Amodio – sono però cambiate: gli introiti dalla C sono sempre più bassi, le spese sempre più alte. Noi abbiamo deciso di puntare sui giovani, provenienti anche da club del Nord, abbattendo i costi. Ora la Juve Stabia è una società risanata che programma: ci fa piacere che i tifosi abbiano capito e accettino questa nuova realtà, che comunque produce risultati».

I gialloblù dei patron Manniello-Giglio sono a 2 punti dalla qualificazione matematica ai playoff del girone B della Prima divisione, già conquistati dall’ambizioso Benevento di Oreste Vigorito: immaginare una finale per la B tra le due squadre campane non è affatto utopia. 

A gonfie vele anche la stagione del Sorrento, che contende al Gubbio la promozione diretta in B: 7 i punti di distacco dalla capolista, ospite del team di Simonelli proprio domenica. Il presidente Mario Gambardella è pronto al salto, dopo aver guidato per anni con successo la Nocerina. «Siamo nel calcio da 13 anni – dice il vice presidente Attilio Gambardella – e al terzo anno con il Sorrento puntiamo in alto, dopo due salvezze e la vittoria della Coppa Italia. Il segreto non può che essere la programmazione, il resto è affidato alla professionalità e alla competenza dei dirigenti. Il fenomeno Campania nel calcio esiste ed è un motivo di vanto in una regione che non esprime realtà economiche importanti».

Sempre nel girone A playoff a rischio ma possibili per la Salernitana. 

Stagione positiva anche per le tre squadre campane della Seconda divisione che a 180’ dalla fine si contendono due posti nei playoff. È Campania felix anche in serie D, con l’Arzanese a un punto dalla promozione (girone H), al pari dell’Ebolitana, che nel gruppo I è favorita sulla Forza e Coraggio Benevento. Chances anche per la Sibilla Bacoli nel girone G, a 3 punti dall’Aprilia. Giocheranno in D l’anno prossimo il Serre Alburni di Pietropinto e il Ctl Campania Piscinola di Di Micco, quest’ultimo di fatto il secondo club della città di Napoli.

Fonte: Ilmattino.it

La Redazione
S.D. 

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.