Confederations Cup, Italia-Brasile: vittoria ai Verdeoro tra gol, emozioni. Maggio colpisce la traversa

Mille emozioni tra Brasile e Italia, partita che non tradisce la aspettative. Il Brasile spinge, va in vantaggio, poi allunga sul 3-1 ma l’Italia reagisce e non si arrende mai con Maggio (ottima prova) che colpisce una clamorosa traversa di testa del possibile 3-3 prima del 4-2 finale di Fred.
Primi 5 minuti di fuoco, Brasile vicinissimo al gol due volte. Chiellini salva su Oscar a tu per tu con Buffon che si ripete sul sinistro di Hulk. Marchisio vince un contrasto con Hulk serve bene Balotelli, poco incisiva la girata del milanista. Partita più equilibrata. Il Brasile porta almeno quattro uomini nella linea d’attacco e sulle ripartenze l’Italia ha gioco facile perché i padroni di casa spesso perdono il tempo della chiusura. Al 25’ colpo alla testa subìto da Montolivo, Prandelli prepara il cambio con Giaccherini. L’Italia resta in dieci per paio di minuti. Aquilani un po’ in difficoltà. Nel tourbillon degli infortuni paga anche Abate che deve uscire per Maggio. E qualche minuto dopo è Luiz che non recupera da una botta al quadricipite in uno scontro di gioco con Candreva, entra Dante.
La partita è spumeggiante ma dopo l’avvio arrembante del Brasile e la risposta dell’Italia sembra vivere un momento di stanca. Agli azzurri manca un pizzico di coraggio perché Diamanti e Balotelli, se serviti, tengono in apprensione la retroguardia brasiliana. Quando la partita sembra avviarsi al riposo sullo 0-0 arriva il vantaggio del Brasile. Al primo minuto di recupero calcio di punizione ai venti metri sulla destra di Buffon. Spiovente di Neymar, gran colpo di testa di Fred respinto dal portiere azzurro che nulla può sul tap-in di Dante in fuorigioco.
Inizio di ripresa scoppiettante. Botta di Fred che trova Buffon preparato. Poi arriva il pareggio dell’Italia. Rilancio di Buffon. Balotelli di tacco serve in profondità Giaccherini che entra in area e fa partire un destro secco che batte Julio Cesar. Nemmeno il tempo di gioire che arriva il pareggio. Neymar affronta Maggio al limite dell’area, sul contatto l’arbitro assegna un calcio di punizione molto generoso. Il destro di Neymar non dà scampo a Buffon che, forse coperto, si fa infilare sul suo palo. Lo svantaggio sembra caricare l’Italia che va vicinissima al 2-2 su una punizione da quaranta metri di Balotelli che Julio Cesar respinge di pugno non senza difficoltà. E invece arriva il 3-1 del Brasile. Dante imbecca per vie centrali Fred che resiste a una carica, difende su Chiellini e fa esplodere il sinistro che batte Buffon. Ma l’Italia non molla e sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il 3-2 di Chiellini con l’arbitro che fischia un rigore su Balotelli in contemporanea alla conclusione del difensore. Il gol è concesso. Poi segna Fred.

 

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.