Fedele: “Napoli, il calcio all’italiana può anche fare miracoli”

Il Napoli è stato punito dal Barcellona in una delle pochissime distrazioni difensive

Il miracolo non c’estato ma il Napoli ci e andato vicino, molto vicino. Peccato che èstato punito in una delle pochissime distrazioni difensive concesse ai campioni del Barcellona. Pardon, campioni proprio non direi per quello che hanno fatto vedere al San Paolo. Addirittura Messi sembrava che non fosse sceso in campo nel primo tempo: chi l’ha visto? Forse offuscato dalla luce del Pibe de Oro che s’intravedeva nella notte magica di Fuorigrotta. Ha, invece, marcato il cartellino nella ripresa facendo tremare difesa e tifoseria azzurre. Demeriti dei catalani o bravura di Gattuso, che ha studiato nei minimi particolari la tattica per evitare sbavature difensive? Direi che al gioco all’italiana degli azzurri ha fatto riscontro una manovra lenta e prevedibile del Barcellona, che e apparso la brutta copia della squadra che travolge tutti gli avversari sul terreno amico. E credo proprio che al “Camp Nou” il 18 marzo, nella gara di ritorno, saraindispensabile la presenza di chi e in grado di trasformare l’acqua in vino, ovverosia occorreraun miracolo per superare gli ottavi di finale. Ma non fasciamoci la testa prima di rompersela e godiamoci il capolavoro di Mertens e l’ottima prestazione di quasi tutti i giocatori. Insufficienti solo Demme e Fabian Ruiz, dai quali mi sarei aspettato molto di piu, poi tutti bravi per aver eseguito il compitino alla perfezione e senza strafare. Ottimo, ancora una volta, Ospina che eoramai il “dodicesimo” uomo in campo per la sua abilità nell’appoggiare la palla anche sotto pressione degli attaccanti avversari. Equesto il gioco che Gattuso sta ben inculcando alla squadra, anche se e rischioso per il tifoso che soffre di tachicardia. Lo rivedremo certamente nel match di ritorno in Spagna, forse no, invece, sabato sera al San Paolo contro il Torino in una partita da vincere ad ogni costo per continuare nella scalata alla conquista del posto in Europa. La strada giusta, comunque, e` stata tracciata per cancellare i tanti errori di un passato ancora molto recente.

Fonte: Enrico Fedele per il Roma

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.