FOTO – Bambino scrive a Klopp: “Puoi perdere una partita?”. Il tecnico risponde con una lettera

L'allenatore dei Reds si conferma un personaggio fuori dall'ordinario

Quanto è difficile essere tifosi del Manchester United (o di qualsiasi altra squadra inglese) ai tempi del Liverpool imbattibile? Lo ha spiegato un giovanissimo tifoso dei Red Devils di appena 10 anni, che in un compito in classe ha rivolto una lettera al tecnico dei Reds, Jurgen Klopp, chiedendogli di perdere qualche partita. Il tedesco, dimostrando una volta di più di essere un personaggio fuori dall’ordinario, ha risposto al bambino inviandogli una lettera a casa: “Prima di tutto vorrei ringraziarti per avermi scritto. Sfortunatamente, non posso accogliere la tua richiesta, anche se non dipende da me. Molti vorrebbero che il Liverpool perdesse, ma il mio lavoro è aiutare la squadra a fare il contrario, così che milioni di persone nel mondo siano felici. Fortunatamente per te, abbiamo perso molte partite in passato e lo faremo anche in futuro, perché è il calcio. Quando hai 10 anni pensi sempre che le cose non cambino, ma posso assicurarti che non è così. Il Manchester United e il calcio sono fortunati ad avere un tifoso appassionato come te. Il tuo club è un grande rivale e c’è grande rispetto. Questo, per me, è il calcio“.

Fonte: Tuttomercatoweb.com

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.