Galliani è furioso: “Anche Aronica doveva essere espulso. Ibra solo due turni”

Mentre un infuriato Ibrahimovic lasciava lo stadio evitando qualsiasi contatto con i cronisti, Adriano Galliani avviava la strategia difensiva. L’obiettivo è chiaro: ottenere 2 sole giornate di squalifica, in modo da permettere allo svedese di scendere in campo nel big-match con la Juventus del prossimo 25 febbraio. « Non c’è nessuna condotta violenta – ha arringato l’ad rossonero davanti alle telecamere di Milan Channel -. Non credo che Ibra possa avere più di 2 giornate. Sento commenti catastrofici, ma è inutile che certi moviolisti facciano i fenomeni ». Va dato per scontato insomma che, nel caso di squalifica per 3 turni, il Milan farà ricorso. Fece così anche dopo l’espulsione dello svedese contro il Bari, nello scorso campionato. E, alla fine, il club di via Turati ottenne di ridurre lo stop da 3 a 2 giornate.

POLEMICHE E LAMENTELE – Ma in casa Milan il clima è infuocato pure per altre decisioni arbitrali. Anche Aronica, infatti, secondo Galliani, avrebbe meritato lo stesso provvedimento di Ibra. « Ma io ho visto, l’arbitro invece no ». E qualcosa non è andato per il verso giusto neppure nel primo tempo. « C’era un rigorino – ha insistito l’ad rossonero, riferendosi al contatto Robinho-Gargano -. Visto che c’è chi si lamenta dei rigori non dati… ». Il riferimento è chiaramente per Mazzarri. « Tutto è partito con Zuniga a terra (evidentemente secondo il dirigente milanista non era il caso di interrompere il gioco in quel frangente, ndr). Stavamo producendo il massimo sforzo e avremmo certamente segnato. Ora, però, basta recriminare. Piuttosto voglio sottolineare il grande orgoglio e la determinazione della squadra, anche in inferiorità numerica. Siamo stati più pericolosi noi del Napoli e Robinho ha avuto una palla straordinaria proprio nel finale ».
SU LA TESTA – Se non altro, grazie al pareggio della Juventus con il Siena, i rossoneri non hanno perso contatto dalla vetta. « Prendiamoci questo punto, diciamo che oggi (ieri, ndr) le prime 5 si sono riposate. Peccato perché se avessimo vinto saremmo andati in testa. E’ vero che la Juve ha comunque una gara da recuperare, ma sarebbe stato importante. Adesso ci attendono 2 trasferte importanti senza Ibrahimovic (Udine e Cesena, ndr), dovremo stare attenti a conservare la posizione e poi vedremo cosa accadrà nello scontro diretto. E speriamo che per l’occasione recupereremo qualche giocatore ». Già, gli infortuni continuano ad essere un grave problema per il Milan. « Ci mancano costantemente 8-9 elementi – ha sottolineato Galliani -. E in molti si dimenticano di Cassano, che prima di fermarsi segnava e forniva assist. Pato, per fortuna, la prossima settimana dovrebbe avvinarsi al lavoro con il gruppo ». Per chiudere, una scossa all’ambiente: « Su la testa, perché siamo l’unica squadra ancora in corsa su tutti i fronti. C’è qualcuno che soffia sul fuoco, ma i conti li faremo a fine campionato ».
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.
Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.