Analisi Tattica Napoli Calcio

Horror Napoli, Black Out al Castellani: Poker senza storia, Sarri supera Benitez ma si rivede il 3-5-2…

Dopo un'ora di partita Benitez supera il suo rigore tattico e si schiera con il 3-5-2, qualche segnale positivo si intravede ma al Castellani è notte fonda. L'analisi tattica di IamNaples.it

Incredibile ed inaspettato e difficile da spiegare razionalmente ciò che è accaduto questa sera al Castellani. La squadra che ha battuto per 4 a 1 la seconda formazione di Germania appena due settimane fa è stata travolta senza mai esser effettivamente in partita dall’Empoli. Nel primo tempo si è avuta quasi la sensazione che le due squadre giocassero uno sport differente. Ritmi alti, pressing, gioco a due tocchi, inserimenti senza palla, flussi di gioco continui, sistema difensivo impeccabile, tutto questo è l’Empoli di Sarri e lo è sempre stato in questa stagione per questo bisogna meravigliarsi ma non più di tanto. Il Napoli ha fatto da sparring partner di una squadra che ha trovato nel match del Castellani l’effettiva vetrina di un campionato da incorniciare. E’ dai primi secondi che si intuisce che non sarà una bella serata per il Napoli, l’Empoli attacca a viso aperto e subito mette in evidenza i punti deboli azzurri, Britos e Koulibaly soffrono troppo le sortite offensive dei toscani, il difensore francese soprattutto è completamente fuori gara, sempre in ritardo e fuori posizione. Al 7′ Maccarone trova subito il vantaggio, il centravanti empolese viene perso da Britos, Koulibaly non arriva in tempo a chiudere e la frittata è fatta, l’Empoli va subito in vantaggio. Il Napoli è spento e non ha reazione, encefalogramma totalmente piatto, l’Empoli in campo fa quello che vuole e a fine primo tempo trova il raddoppio. Ancora un altro errore in difesa, Koulibaly fa crossare dal fondo e in area di rigore troppo facilmente Saponara, Andujar respinge la sfera colpendo in pieno Britos, il pallone termina inesorabilmente in rete. Pochi istanti dopo e l’Empoli trova addirittura il tris, contropiede fulminante, Britos e Koulibaly ancora una volta in ritardo si lasciano superare con troppa facilità da Pucciarelli che va alla conclusione, Andujar respinge ma sulla ribattuta Saponara arriva prima di tutti e in semirovesciata trova il goal del 3 a 0. Primo tempo praticamente perfetto per gli uomini di Sarri, Napoli però troppo passivo, incassa senza reagire, a volte quasi scansandosi. Nel secondo tempo la storia è praticamente la stessa, il Napoli non trova la strada per la porta difesa da Sepe. La ripresa però lascia spazio ad una novità assoluta per il Napoli gestione Benitez. Il 3-5-2

3-5-2 napoli copia

 

Con gli ingressi di Albiol ed Insigne il Napoli si schiera con la difesa a 3 e precisamente in quest’ordine: Andujar tra i pali, da destra verso sinistra, in difesa Koulibaly, Albiol e Britos, a centrocampo Maggio, Gargano, Inler, Hamsik, Insigne, con Callejon e Higuaìn in attacco. Questa mossa sorprende un pò gli uomini di Sarri che non riescono subito a trovare le contromisure giuste. Il Napoli dà la sensazione di poter metter in difficoltà i toscani e al 65′ accorcia le distanze sfruttando un preciso inserimento di Hamsik ben servito da Maggio in area di rigore. Il capitano azzurro va alla conclusione, deviata da Sepe sul corpo di Laurini con il pallone che termina in porta. Il Napoli dopo la rete sembra crederci, affidato più alla forza della disperazione che alla tattica e al gioco. Il 3-5-2 porta comunque interessanti novità, Hamsik e Maggio rivivono un loop temporale ritornando nella posizione in cui hanno a tutti gli effetti fatto le fortune della propria carriera e dei loro allenatori precedenti. La rimonta però resta un’illusione e all’82esimo l’Empoli trova il Poker, ancora sfruttando un’indecisione difensiva, ancora una volta con un autogoal, questa volta di Albiol sugli sviluppi di calcio piazzato. Nei minuti di recupero il Napoli riesce a trovare la seconda rete del suo match con Hamsik, bella conclusione dal limite dell’area di rigore che trafigge Sepe ingannato anche da Koulibaly che si trovava in posizione di offside sulla traiettoria del tiro. Pochi i segnali positivi dopo questa partita, anche l’entusiasmo viene meno dopo un risultato del genere. La soluzione del 3-5-2 però potrà esser riproposta in alcuni frangenti, cambiare modulo può dare più imprevidibilità alla squadra in determinate situazione e assicurargli un equilibrio maggiore che spesso è mancato nel corso di questa stagione.

Andrea Cardone

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.