La Roma torna a vincere e convincere: 4-0 al Lecce, il successo in A mancava da oltre un mese

Gara senza storie all'Olimpico

Salto nel passato della Roma, che torna la squadra vincente e convincente della prima parte di stagione lasciandosi alle spalle, almeno per ora, gli incubi di quest’avvio di 2020. 4-0 al Lecce nel segno di Under, Mkhitaryan, Dzeko e Kolarov è infatti il risultato della sfida dell'”Olimpico”, valida per il 25° turno di Serie A e dominata fin dai primi minuti di gioco. Mister Fonseca e i suoi ritrovano così una vittoria che in campionato mancava dallo scorso 19 gennaio, blindando il quinto posto a -3 dall’Atalanta e interrompendo invece la storica striscia di tre successi consecutivi di Liverani (sedicesimo con 25 lunghezze).

La sblocca Under – È tutta un’altra Roma, lo si capisce fin dai primi minuti. È la Roma spumeggiante della prima parte della stagione e non quella incerta del 2020. Pronti-via e i giallorossi conquistano infatti il pallino del gioco mandando in porta a ripetizione i propri giocatori. La prima occasione arriva così già al 7′, quando Dzeko scucchiaia in area per Pellegrini, ma l’ex Sassuolo spara alto da buona posizione. Lo stesso Pellegrini prova quindi a restituire il favore al bosniaco tre minuti più tardi, però stavolta è il centravanti a calciare male all’altezza del dischetto. È comunque il preambolo al vantaggio dei giallorossi, che sbloccano l’incontro al 13′: Petriccione perde un pallone pericolosissimo davanti alla difesa, Mkhitaryan vede il puntuale taglio di Under e, complice anche il buon movimento di Dzeko a smarcare il compagno, mette il turco davanti al portiere per la più facile delle battute a rete.

Mkhitaryan raddoppia – Dopo quindici minuti di Roma, ecco un primo timido segnale di Lecce: ripartenza di Barak e tiro a incrociare che non impegna però particolarmente Pau Lopez al 19′. Una semplice illusione per la squadra di Liverani, costretta subito dopo a tornare a difendersi quasi a pieno organico. Dzeko calcia fuori al 27′, Pellegrini spreca clamorosamente davanti alla porta al 30′. Il raddoppio della truppa di Fonseca è più che maturo e si concretizza al 37′: ripartenza micidiale, da Pellegrini al solito Dzeko, che lancia in profondità Mkhitaryan, bravo a sua volta a sfruttare l’uscita avventata di Vigorito e trafiggerlo per il 2-0. Non c’è partita finora all’Olimpico, giallorossi meritatamente avanti dopo 45 minuti di gioco contro un Lecce che si è affacciato assai raramente nella metà campo di casa.

Dzeko chiude i conti – La ripresa inizia con due sostituzioni immediate: Fonseca toglie Pellegrini per precauzione (problemino fisico) inserendo Kluivert, Liverani sostituisce Petriccione arretrando Barak in mezzo al campo e schierando come trequartista Shakhov. Una mossa che, almeno inizialmente, ha il merito di dare più incisività al suo Lecce, subito protagonista con un piazzato dai 30 metri di Mancosu e una mole di gioco nettamente superiore. Proprio nel momento migliore dei salentini, però, i giallorossi sono bravi a chiudere l’incontro: buon lavoro di Kolarov sulla sinistra, che mette Dzeko davanti alla porta per il tap-in del 3-0. L’ex City prima sbaglia, ma sulla respinta corta di Vigorito è lesto nel ribadire in rete il suo 12° centro in campionato. Regolare la posizione dell’attaccante della Roma, che prima dell’intervento correttivo del VAR era stato fermato dal guardalinee per offside.

Kolarov cala il sipario – Sotto di tre reti, il Lecce non si arrende e prova almeno a segnare il gol della bandiera. Meraviglioso, in tal senso, il tiro al volo di Lapadula che col mancino centra il palo alla sinistra di Pau Lopez dopo un bel lancio di Mancosu al 77′. Ma per Lucioni e compagni oggi non c’è davvero niente da fare, visto che tre minuti dopo è ancora la Roma a esultare col finale 4-0 di Kolarov su assist del neo-entrato Carles Perez. Il sigillo che chiude definitivamente l’incontro e che riporta al successo la formazione di Fonseca dopo oltre un mese.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.