L’ex Boateng lancia la sfida: “Un piacere rivedere tanti amici ma in campo non farò sconti”

 E’ un duello inedito nella sfida infinita anglo-tedesca : il loro primo faccia a faccia, Ba­yern e Manchester City lo nobili­tano con il rango di capoliste nei rispettivi campionati nazionali e nella cornice della più prestigiosa competizione continentale. « E’ una di quelle serate che ti guarda il mondo, per cui bisogna ringrazia­re il cielo di essere saliti fino a questo punto nella propria carriera » , esulta Franck Ribery. Ha avuto un fenome­nale avvio di sta­gione, il migliore da quando è in Germania. La sua irruenza sull’intero fronte d’attac­co è il valore aggiunto in questo magico momento della squadra di Heynckes che in Bundesliga ha già messo tutti nel retrovisore e in Champions punta spavaldamente alla finale all’Allianz Arena. Il re­cord di Neuer, imbattuto da 838′, la dice lunga sulla forza del grup­po.

DIMENTICARE L’INTER – Stasera si ri­torna in Champions davanti al proprio pubblico dopo il tonfo con l’Inter negli ottavi dello scorso marzo. Jupp Heynckes, per ri­spetto del suo predecessore Van Gaal, sorvola e parla del presente: «I Citizens sono tra i favoriti per la vittoria finale, quindi è una sfida alla pari che esige da parte nostra la massima attenzione perché sa­rà decisivo l’aspetto tattico della partita». Con la vittoria in casa del Villarreal nella sera del pareggio del Napoli a Manchester, il Ba­yern è già in fuga anche in Cham­pions.

Vuole fare legna con gli in­glesi per affrontare poi in sicurez­za la trasferta di metà ottobre al San Paolo.

LAHM AGGRESSIVO – Il capitano Lahm suona la carica per la deci­ma vittoria consecutiva: « Molto concentrati e più aggressivi del solito: così possiamo proseguire la nostra serie con altri tre punti » . Il dramma del brasilia­no Breno, arrestato per incendio doloso in una crisi di alcoli­smo, ha scosso l’am­biente, ma fanno più paura adesso Aguero e Dzeko. Gli strate­ghi bavaresi scom­mettono che uno dei due probabilmente inizierà in panchina, ma l’altro toccherà a Je­rome Boateng che fino a tre mesi fa era alla corte di Mancini. « Sarà un piacere rivedere molti amici, ma in campo non farò sconti a nessuno » , promette da ex l’aitante afro- berlinese costato al Bayern 15 milioni. Ieri il fratellastro del milanista ha vinto il ballottaggio con Van Buyten, altro ex del City.

ROBBEN IN PANCA – Il centrale Bad­stuber è reduce da un attacco in­fluenzale, ma dovrebbe farcela. La riserva di lusso sarà di nuovo Arjen Robben, guarito da una in­termittente pubalgia. Sabato il suo provino è stato ottimo (scampolo finale di gara e subito gol) ma Heynckes non lo vuole rischiare dall’inizio. «In questo momento, una ricaduta sarebbe un vero gua­io» , ha spiegato il mancino olan­dese. Muller quindi si allarga sul­la fascia destra e Kroos fa il regi­sta

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google