Spalletti: “Chi ci mette pressione non è amico del Napoli”

"Questa partita esalta Meret che ci ha tenuto a zero sul tabellino"

L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa dopo la partita contro il Sassuolo. Ecco quanto sottolineato da IamNaples.it:

“Si va per forza a dover esaltare le qualità di giocatori fortissimi come Mario Rui che è un professore nelle scelte di gioco, lui gioca dove uno va, non dove uno è. Di Lorenzo ha tutte queste qualità, in più ha due gambe così, riesce a gestire tante situazioni difficili, è l’erede perfetto di un ex capitano come Koulibaly, ha corsa profonda e tante qualità. Osimhen sta facendo dei passi in avanti, ha più guizzi, sul primo gol ha agganciato quella palla lassù per aria. È stato veloce allo stesso tempo, Osimhen poi non si è tolto la maglia tre volte. Applaudo perchè gli altri si preparano il doppio, quando vinci una serie di partite così devi rifare tutto un’altra volta e non è assolutamente facile. Sogno nel cuore? C’era da fare delle cose per farle cantare perchè cantano bene, quando tutto il gruppo-squadra va sotto la curva è un momento bellissimo. Oggi abbiamo concesso troppo, il Sassuolo è una grande squadra a livello tecnico, ha grandissime potenzialità, se non gestisci tu la partita ti mette in difficoltà, cerca sempre l’uomo libero, ti costringe a fare delle scalature. In alcuni momenti siamo stati lenti, la palla ha girato un po’ lentamente, non con la velocità che fa in modo che il compagno non debba controllare il pallone. Questa partita però esalta Meret che ne esce rinforzato, ci ha tenuto lo zero sul tabellino. Le parole di Dionisi, Klopp? Non mettono un vantaggio al Napoli, chi ha scritto che il Napoli debba vincere per forza a Roma mette pressione, non fa bene. Siamo una squadra di totale qualità, se diamo il pallino agli altri perdiamo troppi palloni facili e rischiamo di prendere gol, la palla va tenuta distante e va gestita. Quando si dice che manca il doppio di alcuni calciatori, è il caso di Anguissa, in quella mancanza di qualità gli altri creano dei vantaggi. Quando non ce la fai e gli altri sono più bravi, devi essere differente da quello che fai, esecutivo per ciò che serve in quel momento. È chiaro che abbiamo una rosa forte e possiamo sostituire chiunque, Demme non potrà mai essere Anguissa per profondità di corsa, ampiezza, fisicità sulle palle inattive, è più simile a Lobotka. Zanoli ha tratti fisici come Di Lorenzo, però quando ti trovi Momo Salah la cosa è differente, facevo allusione a questi ruoli. Kvaratskhelia? Sta bene, ha preso una botta”

A cura di Ciro Troise

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.